Catalogue
LA BANDIERA PROIBITA
Il Tricolore prima dell'Unità
Curatore:
Paolo Peluffo, Lauro Rossi, Anna Villari
Collana:
Biblioteca dell'Unità d'Italia
Formato:
17x24
Pagine:
160
N. illustrazioni:
90 a colori
Rilegatura:
brossura con alette
Anno pubblicazione:2011
ISBN/EAN:9788836619658
Price:25,00 Euro

Il Tricolore nasce in Italia come bandiera della Repubblica Cispadana il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia. Vessillo della Repubblica Cisalpina diventa emblema prima della Repubblica Italiana, poi del Regno Italico. Con la Restaurazione, diviene un simbolo "proibito" e, negli anni 1821-1831, la bandiera più spesso sventolata sarà quella della Carboneria. Con Giuseppe Mazzini il Tricolore torna a essere emblema nazionale, ma saranno soprattutto gli eventi del 1848-1849 a conferirgli un significato davvero rivoluzionario. Stendardo della dinastia sabauda diventerà, nel 1861, la bandiera del nuovo Regno d'Italia. La storia del Tricolore, dunque, è la storia di libertà e democrazia, dell'affermazione di una nuova nazione, quella italiana, che si vuole affiancare alla ribalta europea.
Il catalogo si propone di seguire questa vicenda attraverso un racconto illustrato: bandiere originali - dalla prima del 1796 all'ultima della Repubblica Romana del 1849 - ,documenti, editti e dipinti rievocano attraverso l'uso simbolico del bianco, rosso e verde i principi di democrazia e fratellanza che la bandiera ha rivestito nella nostra storia.


Reggio Emilia, gennaio - febbraio 2011