Catalogue
GEO-GRAPHICS
A map of Art Practices in Africa, Past and Present
Curatore:
Emiliano Battista, Anne Marie Bouttiaux, Koyo Kouoh, Nicola Setari
Formato:
24.5 x 28
Pagine:
384
N. illustrazioni:
250 a colori
Rilegatura:
brossura con alette
Anno pubblicazione:2010
Lingua:ed. inglese
ISBN/EAN:9788836616589
Price:39,00 Euro

GEO-graphics is based on a concept developed by artistic director David Adjaye, in which the artworks are grouped according to their geographic zones. This novel approach allows curators Anne-Marie Bouttiaux and Koyo Kouoh to place ethnographic masterpieces and works of contemporary art along a continuum, thereby creating a dialogue  between the pieces from the RMCA and from other Belgian collections, both public and private, and the work of the eight art centres selected for the active role they are playing in the development of Africa's artistic landscape.
These centres and the artists they work with throw new light on the ethnographic pieces, which we can now approach throught a more urban perspective and with a heightened awareness of their contemporary manifestations. David Adjaye's scenography and his photographs of African capitals suggest the subtle but intimate ways through which cultural output and the urban environment intertwine. What emerges from the meeting of these various elements is a new, and different, history and cartography of Africa.


Bruxelles, Juin - September 2010



In occasione del 50esimo anniversario dell'indipendenza di diciassette paesi africani, il Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, in collaborazione col Royal Museum of Central Africa, propone una ricca rassegna di eventi, intitolata AFRICA@BOZAR, che si terrà durante l'estate 2010.
La mostra principale, accompagnata dalla pubblicazione di questo volume, intende celebrare il genio artistico africano, documentando da un lato la ricchezza della cultura tradizionale e offrendo parallelamente una panoramica di quanto viene prodotto a livello artistico contemporaneo.
Il catalogo accoglie una prima sezione, introdotta da saggi storico-artistici, dedicata all'etnografia, con oggetti legati alla cultura popolare e alla tradizione, tra cui spiccano le sculture e le maschere. Segue un atlante fotografico, con visioni dell'architettura e della geografia africana.
Un'ultima sezione propone una panoramica dei centri di elaborazione artistica contemporanea più attivi e riconosciuti, accompagnata da immagini di lavori di artisti che si sono distinti a livello internazionale.



Bruxelles, giugno - settembre 2010