Catalogue
LOW COST DESIGN
Curatore:
Daniele Pario Perra
Formato:
22x28
Pagine:
216
N. illustrazioni:
320 a colori
Rilegatura:
brossura olandese
Anno pubblicazione:2010
Lingua:ed bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836616657
Price:35,00 Euro

Questo libro si fonda su un principio, sostenuto dai più grandi protagonisti del design: il miglior progetto non è necessariamente quello che passa dall’ufficio brevetti, che nasce negli studi di architettura e di design e che si fa davanti al computer nelle grandi aziende, ma anzi è, spesso, quello che nasce nella semplicità della vita di tutti i giorni e che vive delle geniali intuizioni della “gente comune”, di progettisti anonimi cui, non a caso, Bruno Munari aveva dedicato il “Compasso d’Oro a ignoti”.
Partendo da questo principio, Daniele Pario Perra ci offre, in queste pagine, il frutto di una vasta ricognizione compiuta tra il nord Europa e il sud del Mediterraneo, attraverso la quale ha documentato migliaia di esempi di creatività spontanea: un ri-uso, o meglio, un uso mutato, illuminato e illuminante non solo di oggetti ma anche di azioni e di pratiche progettuali in grado di modificare l’uso del territorio, che rilevano consuetudini non convenzionali e grande immaginazione.
Le idee presentate, figlie di autori che non conosciamo, sono classificate secondo diversi piani di lettura (5 differenti livelli di progettazione per gli oggetti, 6 categorie per le azioni), che offrono uno spunto di riflessione sulla pratica del recupero e dell’interpretazione dello scarto, ma che soprattutto compongono, nel loro insieme, un quadro di grande interesse sotto il profilo sociologico, urbanistico ed etnografico contemporaneo.
Un libro, dunque, che ci rende partecipi di uno sguardo trasversale, non disciplinare, eclettico ed eretico, sulla nostra vita quotidiana.


Milano, aprile 2012


Per vedere e ascoltare l'esclusiva intervista a Daniele Pario Perra, clicchi qui


This book is based on a principle, on which the major protagonists of design agree: the best projects are not necessarily those passing by the Patent Office and originating in architecture and design agencies and that are created in front of computers in big companies, but, on the contrary, they are often those coming from the simplicity of everyday life thanks to the smart ideas of "common people", of anonymous designer to whom Bruno Munari dedicated the "Golden compass award to unknown".
Starting from this premise, Daniele Pario Perra present in this book the result of a wide survey carried out from Northern Europe to the Mediterranean countries featuring thousands of examples of spontaneous creativity, that are collected in an "applied arts" database.
A visula dictionary on the change in the use of objects and of the territory through its inhabitants' action in constant relationship between "poetic ability" and "technologocal ability". The presented ideas, with unknown authors, are classified according to different research levels (five different design levels for objects, six categories for actions) and they offer a hint for reflection on recovery and re-interpretation of waste, but above all they make up, on the whole, a very interesting overview of nowadays, urbanistic and ethnographic prifile. This book therefore makes us part of a transcersal gaze, un-disciplinary, ecletic and heretic, on our everyday life.


Milan, April 2012